Viaggiando il mondo...

Viaggiando il mondo...

INDIA

Holy Festival in Hampi

VISTO TURISTICO PER ITALIANI

> Per soggiorni inferiori ai 60 giorni e un massimo di due ingressi è possibile richiedere il visto elettronico (e-Visa) per l'India.

Costa 70 euro e si applica online

 

I documenti richiesti per una e-Visa sono:

- il modulo per il visto indiano va compilato online con la massima attenzione e in tutti i suoi campi, come da istruzioni più in basso, caricandovi una foto scannerizzata identica a quelle cartacee allegate alla domanda; il modulo deve essere stampato e presentato al consolato indiano competente; i moduli incompleti o compilati male verranno rifiutati dal consolato senza essere presi in esame

- Passaporto valido almeno 6 mesi con tre pagine libere consecutive - se sul passaporto c'è un visto indiano non utilizzato, va allegata una dichiarazione in inglese dove si spiega il motivo per il quale non è stato utilizzato; 

- Precedente passaporto scaduto o annullato - in caso di smarrimento o di ritiro da parte dalle autorità del vecchio passaporto, è necessario presentare una dichiarazione in inglese in cui si spiega il motivo per cui non è stato possibile presentarlo e dove si dice se si è mai stati in India con il vecchio passaporto (e se sì, quando e dove); nel caso in cui non si sia mai posseduto un passaporto prima di quello attuale, è necessaria una dichiarazione in inglese dove si dice di non avere avuto passaporti in passato e di non essere mai stati in India precedentemente

- Copia di tutti i passaporti presentati (solo le pagine con foto e dati anagrafici)

- Copia della carta d'identità o certificato di residenza (che va legalizzato e tradotto in inglese) per provare la residenza nelle regioni di competenza del consolato al quale si sta presentando la domanda per il visto indiano

- Una foto recenti su sfondo bianco latte formato cm 5x5 

 

> Per soggiorni di durata superiore è necessario richiedere il visto turistico presso il Consolato competente (Roma o Milano a seconda della residenza). I consolati rilasciano visti turistici per l'India validi per sei mesi/1 anno dalla data di rilascio e che permettono più ingressi nel paese. Prima di richiedere il visto turistico indiano al Consolato è necessario compilare online l'apposito modulo inserendo una foto scannerizzata.

Il modulo per il visto indiano va poi stampato, firmato e consegnato presso uno dei consolati dell'India insieme alla restante documentazione.

Per fare il visto per l'India, le domande vanno indirizzate obbligatoriamente al consolato indiano territorialmente competente: quello presso l'Ambasciata Indiana di Roma per le regioni del Centro-Sud (dalla Toscana in giù), il Consolato Indiano di Milano per le regioni del Nord (dall'Emilia Romagna in su). Saranno rifiutate le domande presentate al consolato errato.

 

I documenti richiesti sono:

- un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e con 3 pagine libere consecutive

- copia delle pagine del passaporto con i dati

- compilare il formulario predisposto dall'Ambasciata Indiana con foto caricata (https://indianvisaonline.gov.in/visa/index.html#)

- 2 foto tessera a colori con sfondo bianco

- indirizzo, nome e numero di telefono dell'hotel in cui si intende soggiornare e, nel caso siate già stati in India i dati dell'hotel del vostro precedente soggiorno

Amber Fort in Jaipur

QUANDO ANDARE

La migliore stagione per partire per un viaggio in India è l'inverno, che si estende da novembre a marzo. Tuttavia, visto che l'India è un paese gigantesco, le differenze di clima fra le regioni sono considerevoli.

Evita in ogni caso i monsoni che durano progressivamente da fine maggio a ottobre in tutto il paese.

 

 

DA GENNAIO A MARZO

Questo è il periodo migliore per andare in India. Le temperature sono miti (tra i 15°C ed i 30°C) e la pioggia è praticamente assente. Questo periodo tuttavia rappresenta l’alta stagione, quindi i prezzi sono più elevati ed il numero di turisti presenti nel Paese raggiunge il suo massimo.

 

DA EVITARE:

- L’estremo nord dell’India, dove le temperature sono costantemente sotto lo 0°C. In particolare, la regione di Ladakh che raggiunge facilmente i -30°C.

Il sud est e l’estremo sud dell’India dove rischi di imbatterti in qualche monsone tardivo.

 

Se hai la fortuna di trovarti in India a marzo, partecipa ad uno dei festival più belli al mondo: l’Holi. Durante l’Holi gli indiani si riversano in strada per sfidarsi in battaglie a suon di colori: tutti celebrano la fine dell’inverno, l’amore, la voglia di ridere e ricominciare. Informati bene prima di partire sulla data dell’Holi, in quanto varia di anno in anno, in base al ciclo lunare.

Eviterei di celebrare l'Holi Festival nelle citta' grandi per non avere nessun problema! Per esempio noi lo avevamo celebrato in Hampi ed e' stato fantastico!

 

DA APRILE A GIUGNO

Tra aprile e giugno le temperature si alzano fino a raggiungere i 45°C, rendendo gran parte della regione torrida. Se questo non bastasse, a giugno inizia il periodo dei monsoni, che prosegue fino a settembre.

Quindi consiglierei di rimanere in Himachal Pradesh dove ci sono bellissimi trekking durante tutto questo periodo. O ci si puo' recare anche in SikkimBengala Occidentale o in Uttarakhand 

In generale, le altre regioni dell’India sono caratterizzate da temperature insopportabili, sole cocente e umidità ai massimi, tutti fattori che rendono poco appetibile un viaggio.

 

DA OTTOBRE A DICEMBRE

 Da ottobre in poi puoi recarti davvero ovunque. Considera solo che nelle zone di montagna le temperature scendono molto la notte, soprattutto a partire da dicembre. Particolarmente bello da visitare in questo periodo è il Nord-Est, una remota regione dell'India, riservata agli avventurieri.

 

Fino a dicembre rischi di imbatterti in piogge torrenziali nelle zone di Chennai, Madras e Trivandrum.

Gokarna, Om Beach

COME MUOVERSI

L'India e' un paese gigantesco!

 

Tenete sempre presente che in India i cambi di programma, le cancellazioni e i ritardi sono comunque all’ordine del giorno. I mezzi pubblici sono affollati e la pulizia non e' nella loro cultura.. ma fa tutto parte dell'esperienza ;)

 

Per muoversi all’interno delle città e paesi si usano tuk-tuk (se viaggiate con un budget evitate i taxi che sono molto piu' cari) o anche metro e autobus, nelle città più grandi.

 

PER I VIAGGI PIU' LUNGHI:

Treni

E' sempre meglio prenotare almeno con qualche giorno di anticipo i biglietti del treno.

Sui treni ci sono quasi sempre 8 diverse classi:

- AC1, scompartimenti da 2 o 4 cuccette con aria condizionata, lenzuola e servizio pasti

- AC2, scompartimenti con le cuccette su due piani, aria condizionata, tendine per privacy, pasti, lenzuola

- AC3, cuccette disposte su tre piani, aria condizionata

-  First Class, scompartimenti con 2 o 4 cuccette con ventilatori; Sleeper (SL), tre piani di cuccette, due nei corridoi, nessun servizio pasti e biancheria, in genere chi sceglie questa classe viaggia con le famiglie indiane e quella che abbiamo preso noi :)

- Second Classe, l’unica per cui non occorre la prenotazione, sovraffollata

- AC chair Exec, 1° classe, solo poltrone

- AC chair 2, 2° classe, solo poltrone

 

Moltissimi sono i treni notturni con i quali è possibile spostarsi mentre si dorme e quindi risparmiare soldi nel pernottamento in guest house.

I Biglietti possono comperare in agenzie, alle reception delle guest house oppure sul sito delle ferrovie indiane.

 

Autobus

Gli autobus sono molto efficienti e nonostante le condizioni della strada e del traffico, le numerose fermate (alcune inspiegabili) e l’assenza di bagno (fanno dei vari stop lungo la strada) e di aria condizionata e riescono ad arrivarepiu' o meno in orario. Soprattutto con i night bus.

Sugli autobus ci sono due tipi di biglietti: la poltrona o la cuccetta (sleepers). La cuccetta può essere singola o doppia e ha una tendina per dormire tranquilli.

 

Io consiglierei di prenotare sempre gli autobus che fanno viaggi di notte, anche perche' durante il giorno fa troppo caldo per viaggiare.

Un sito utilissimo per controllare gli orari e le tratte dei pullman e per fare prenotazioni è redbus.

 

Aerei

I voli interni sono sicuramente il modo piu' veloce per raggiunere un posto, ma anche il piu' caro.

Se comunque decidete di prendere un volo interno scegliete le compagnie Jet Airways o Indigo.

Tuc-tuc e mucche sulla strada: India :)

Potete seguire la mia pagina Facebook

o su Instagram per vedere le foto dei miei viaggi